Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli schiaffi non dovrebbero essere vietati in Svizzera. La Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati propone all'unanimità di non dar seguito a una petizione in tal senso di una classe di scolari bernesi.

Lo hanno indicato oggi con un tweet i servizi del Parlamento.

La questione non è tuttavia definitivamente chiusa. Una mozione della consigliera nazionale Chantal Galladé (PS/ZH) che chiede il divieto esplicito di pene corporali è ancora pendente. Secondo la socialista zurighese, schiaffi e sculacciate non costituiscono un metodo educativo. Il bambino sarebbe al contrario istigato a riprodurre la violenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS