La commissione dell'economia del Consiglio degli Stati considera valida l'iniziativa popolare che prevede un'imposta nazionale sulle successioni per finanziare l'AVS, quindi va sottoposta al voto.

La commissione, che aveva ricevuto dal plenum l'incarico di verificare a fondo la validità del testo - si contestava la mancanza di unità della materia - si è così allineata alla commissione delle istituzioni politiche pure degli Stati, il cui plenum si pronuncerà il 24 settembre.

L'iniziativa del Partito evangelico, sostenuta anche dal Partito socialista, dai Verdi, dal Partito cristiano sociale svizzero e dall'Unione sindacale svizzera, mira ad introdurre a livello federale un tasso di imposizione del 20% per la parte delle eredità che supera i due milioni, nonché per le donazioni superiori ai 20'000 franchi. Tutto ciò con validità dal primo gennaio 2012. Il testo è combattuto dal Consiglio federale, dai partiti di destra, e dagli ambienti "padronali".

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.