Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 1.500 combattenti del movimento ribelle M23, arresosi alcuni giorni fa, hanno varcato la frontiera con l'Uganda e si sono consegnati ai militari ugandesi. Lo ha annunciato il portavoce dell'esercito di Kampala, Paddy Ankunda, il quale però non ha voluto confermare che nelle mani dei militari c'è anche il capo militare dell'M23, Sultani Makenga.

Poco prima un alto ufficiale ugandese aveva detto che Makenga "è con noi. Si è consegnato a noi ieri e lo tratteniamo insieme a qualche altro dei suoi comandanti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS