Navigation

Congo: epidemia rosolia, da gennaio morti 1145 bambini

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 luglio 2011 - 11:29
(Keystone-ATS)

Un'epidemia di rosolia ha ucciso da gennaio 1145 bambini in Congo (Rdc, Repubblica democratica del Congo), dopo più di tre milioni di bimbi sono stati vaccinati. Lo ha riferito l'Ufficio di coordinamento delle Nazioni Unite per i problemi umanitari a Kinshasa.

Si è trattato di un'iniziativa d'emergenza vista la gravità dell'epidemia che "ha colpito più di 115.600 bambini e ne ha uccisi 1145" tra gennaio e giugno, ha deto l'ONU.

Le campagne di vaccinazione sono cominciate in maggio e sono state completate in alcune province, mentre in altre sono ancora in corso. La rosolia è una malattia virale molto contagiosa che può causare cecità, diarrea acuta e polmonite.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?