Navigation

Congo: missione caschi blu è stato un fallimento, dice l'Onu

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 novembre 2009 - 10:56
(Keystone-ATS)

NAIROBI - Appaiono fallimentari i risultati della missione dei Caschi Blu nella Repubblica Democratica del Congo. È quanto si legge in un rapporto presentato da una missione di esperti dell'Onu svolta sul territorio, e presentata all'inizio di novembre al Palazzo di Vetro. Che non lo ha reso pubblico; ma di cui ampi, dirompenti, stralci sono ormai noti, e diffusi dalla Bbc on line e da altri organi di stampa.
La missione - la più imponente del mondo, forte di circa 25.000 uomini - non è riuscita a bloccare la deriva anarchica della ricchissima regione dell'Est del Congo (Nord e Sud Kivu), di fatto sotto il controllo delle truppe ribelli di hutu ruandesi, i cui capi si erano rifugiati in quella zona dopo il genocidio del '94.
Il gruppo, Forze Democratiche per la Liberazione del Ruanda, non solo non è stato sbaragliato, ma ha esteso, con spietate violenze sui civili, il suo controllo nel Kivu e sul commercio dei suoi ricchissimi prodotti naturali, spesso d'intesa con le truppe regolari di Kinshasa, che dovrebbero combatterli. Secondo il rapporto, i ribelli godono anche del sostegno di una rete internazionale di finanziamenti e appoggi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.