Navigation

Congo: ok giustizia Belgio a restituire resti leader Lumumba

Il figlio di Lumumba durante un recente discorso. KEYSTONE/EPA/STEPHANIE LECOCQ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2020 - 16:23
(Keystone-ATS)

La giustizia belga ha deciso di rispondere favorevolmente alla richiesta della famiglia di Patrice Lumumba di restituire un dente del leader congolese assassinato nel 1961 in Congo. Lo scrive l'agenzia di stampa Belga.

Nel 2000, uno dei sicari, il commissario di polizia Gérard Soete, raccontò di aver sciolto il corpo di Lumumba nell'acido. In un documentario trasmesso sul canale tedesco Ard lo stesso anno, Soete affermò di aver conservato i denti di Lumumba, mostrandoli. Nel 2016 venne sequestrato un dente nell'ambito di un'indagine aperta dalla Procura federale sulla morte dell'ex primo ministro.

Il 30 giugno scorso, una delle figlie, Juliana Lumumba, ha inviato una lettera a re Filippo chiedendogli che i resti del padre tornassero "nella terra dei suoi antenati". Il giudice istruttore ha ora deciso che l'oggetto in questione può essere consegnato.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.