Navigation

Congo: più di cento morti in scontro tra imbarcazioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2011 - 16:02
(Keystone-ATS)

Più di cento persone sono rimaste uccise in un incidente avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì tra due imbarcazioni in un fiume nella provinciale equatoriale della Repubblica Democratica del Congo. Lo ha riferito un sopravvissuto, Alfred Lompaka, secondo cui le barche trasportavano più di duecento persone e finora si contano 83 sopravvissuti.

Secondo il superstite, la collisione è avvenuta perché entrambe le imbarcazioni procedevano, nel buio, senza alcun sistema di illuminazione.

Lompaka ha anche raccontato che una delle due imbarcazioni era costituita da tre canoe motorizzate e collegate fra loro per trasportare più passeggeri. Le autorità congolesi non hanno confermato il numero delle vittime, affermando ai media locali di attendere un rapporto definitivo degli inquirenti sull'accaduto.

Gli incidenti fra imbarcazioni di questo tipo sono comuni in Congo - dove fiumi e laghi sono fondamentali per il sistema di trasporto, vista la scarsità infrastrutturale della rete stradale - e sono spesso causati da una scarsa manutenzione e dal sovraffollamento. Nel maggio scorso il presidente del Congo ha licenziato il ministro dei Trasporti a causa di una serie di incidenti in cui erano morte più di cento persone.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?