Navigation

Congresso svizzeri all'estero rimane a Lugano ma slitta di un anno

Bisognerà attendere un anno per accogliere i congressisti. KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA BELLA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 giugno 2020 - 15:00
(Keystone-ATS)

Slitta di un anno il congresso degli svizzeri all'estero, previsto in agosto a Lugano: viste le incertezze - dovute al coronavirus - riguardo alle restrizioni sulle riunioni e alle difficoltà di viaggio l'appuntamento è stato spostato al 20-22 agosto 2021.

Rimarranno però uguali sia il luogo dell'evento - il Palazzo dei congressi sulle rive del Ceresio - sia il tema: "Quali sfide per la nostra democrazia?", ha indicato l'Organizzazione degli svizzeri all'estero. La riunione, che attira fino a 400 persone, si tiene con ritmo annuale a rotazione in varie regioni del paese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.