Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel confronto internazionale, gli Svizzeri hanno buone conoscenze dell'inglese, ma possono far meglio. Lo si desume da una classifica dell'Istituto per l'insegnamento delle lingue Education First (EF).

La Svizzera figura al 19esimo posto dietro all'Austria (10) e alla Germania (11) ma davanti a Italia (28) e Francia (37)

In testa c'è la Svezia seguita da Olanda, Danimarca, Norvegia, Finlandia, Slovenia, Estonia, Lussemburgo e Polonia. Solo Stati europei figurano dunque nelle prime dieci posizioni, ossia tra i migliori conoscitori dell'inglese.

In tutti i Paesi le donne parlano generalmente meglio degli uomini. La differenza è molto più marcata in quelli dell'Europa dell'Est e del Medio Oriente, sottolinea lo studio. Lo scarto sparisce solo nei Paesi con risultati molto buoni, come la Svezia.

In Svizzera le differenze tra regioni linguistiche sono aumentate. I germanofoni sono leggermente migliorati (ottenendo 61,15 punti), mentre i romandi sono peggiorati (56,22 punti). I ticinesi si piazzano sempre tra i due (a 57,56 punti).

Per la quinta classifica stilata, EF ha valutato i dati raccolti fra 910'000 adulti di 70 Paesi. Ad essere analizzate sono state le conoscenze grammaticali, lessicali, di espressione e di comprensione orale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS