Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Turchia le elezioni parlamentari si terranno in un clima teso ed esiste il rischio di attentati. A ribadirlo è il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), che sul proprio sito Internet ha aggiunto indicazioni riguardanti il recente attentato ad Ankara.

Le tensioni politiche interne e i conflitti armati nei Paesi confinanti Siria e Iraq hanno ripercussioni sul piano della sicurezza, si legge ancora sulla pagina del DFAE dedicata ai consigli di viaggio .

"In diverse regioni del Paese, delle manifestazioni di protesta hanno già avuto luogo, anche nella regione turistica vicino ad Antalya". Vista la situazione tesa in vista delle elezioni, si "raccomanda di evitare assembramenti e manifestazioni di qualsiasi tipo, di rispettare le indicazioni delle forze di sicurezza locali e di rimanere in contatto con il proprio operatore turistico". Il DFAE invita inoltre ad un atteggiamento vigile e prudente.

Descrivendo la situazione regione per regione, il Dipartimento sconsiglia i viaggi turistici o non assolutamente necessari a destinazione delle province di Hatay, Kilis, Gaziantep, Sanliurfa, Diyarbakir, Mardin, Batman, Bitlis, Siirt, Sirnak, Hakkari, Van, Agri e Igdir. Si sconsiglia inoltre di recarsi nell'area di confine con la Siria e l'Iraq.

Nelle altre regioni sudorientali e orientali del Paese si suggerisce la massima prudenza, soprattutto nelle zone di confine con l'Iran. Eventuali viaggi vanno effettuati solo di giorno. È poi necessario informarsi costantemente presso le autorità e le forze di sicurezza locali in merito alla situazione attuale.

Lo scorso 10 ottobre un attentato contro una manifestazione ad Ankara ha provocato 128 morti e oltre 500 feriti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS