Navigation

Consiglio agli Stati: candidato UDC Köppel attacca Noser e Jositsch

Roger Köppel, candidato UDC al Consiglio degli Stati, ha deciso di passare all'attacco nei confronti dei due "senatori" zurighesi uscenti (foto d'archivio) KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 settembre 2019 - 15:22
(Keystone-ATS)

Il candidato dell'UDC zurighese al Consiglio degli Stati Roger Köppel ha proseguito oggi la sua personale campagna con metodi poco convenzionali: in una breve conferenza stampa, il 54enne ha duramente attaccato gli attuali membri zurighesi della Camera dei Cantoni.

Köppel ha criticato la "contaminazione del sistema di milizia", riferendosi in particolare ai "senatori" zurighesi uscenti Ruedi Noser (PLR) e Daniel Jositsch (PS). Secondo il candidato UDC, i due deputati sono impegnati nella "caccia alle cadreghe" ("Pöstli-Jägerei").

I due consiglieri agli Stati "si rifiutano di rivelare i loro guadagni", ha aggiunto Köppel, rimproverando loro una mancanza di trasparenza ed elencando in seguito una lunga lista di entrate aggiuntive da parte dei membri in carica della Camera dei Cantoni. Il consigliere nazionale ha poi sottolineato che, dal canto suo, non si lascerà comprare.

A livello svizzero, un attacco frontale come quello del candidato UDC - che sulla base degli ultimi sondaggi sembra essere chiaramente sfavorito rispetto ai due deputati uscenti - è abbastanza inusuale. Rimane però da vedere se questa strategia potrebbe aumentare le possibilità di elezione di Köppel.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.