Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il disegno di legge sulla trasparenza delle organizzazioni finanziate dall'estero presentato al parlamento ungherese lo scorso 7 aprile contiene "obblighi eccessivi e sanzioni esagerate" per le Ong.

Lo afferma la Commissione di Venezia, l'organo consultivo su questioni costituzionali del Consiglio d'Europa.

Si tratta di un'opinione preliminare, in cui la Commissione evidenzia anche che "il disegno di legge persegue lo scopo legittimo di assicurare la trasparenza delle Ong e potrebbe contribuire alla lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo".

Se approvata cosi com'è la legge imporrebbe alle Ong, che ricevono più di 24 mila euro l'anno dall'estero, di registrarsi come tali presso il tribunale e etichettarsi come "organizzazioni finanziate dall'estero" in tutte le loro comunicazioni e pubblicazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS