Navigation

Consiglio degli Stati: punire clienti di prostitute minorenni

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 dicembre 2012 - 13:23
(Keystone-ATS)

I clienti di prostitute di 16 o 17 anni devono essere punibili. Il Consiglio degli Stati ha adottato oggi con 34 voti senza opposizione una modifica in questo senso del Codice penale. Il testo è conforme alla Convenzione del Consiglio d'Europa sulla protezione dei minori contro lo sfruttamento e l'abuso sessuali.

Sottoscritto dalla Svizzera nel 2010 e ratificato da 18 paesi, l'accordo riunisce per la prima volta tutti i reati di cui sono vittima i minorenni, ha precisato Anne Seydoux (PPD/JU) a nome della commissione.

Il Codice penale risponde in gran parte agli obiettivi della convenzione, ha aggiunto. La Svizzera è però uno dei rari Paesi europei che ammette la prostituzione a partire dai 16 anni, ossia da quella che viene considerata la maggiore età sessuale.

Berna dovrà pertanto adeguare la propria legislazione, sanzionando l'abuso sessuale, la prostituzione, la pornografia e il coinvolgimento coatto in spettacoli pornografici di minorenni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.