Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel pieno rispetto della tradizione il Consiglio federale si è recato oggi in "gita scolastica" nel canton Berna, "patria politica" della presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga, le cui "radici famigliari" - come ha ammesso lei stessa, sono in Ticino.

E proprio a sud delle Alpi sarà domani la comitiva governativa.

I consiglieri federali, in una giornata splendida dal profilo della meteo, si sono recati in due Comuni del Mittelland bernese e nella città di Bienne, visitando in particolare una struttura cantonale per richiedenti asilo a Riggisberg, 20 Km a sud di Berna. Qui hanno consumato un pranzo del tutto speciale, cucinato appositamente dagli ospiti del centro. "E' stato saporito, forse un tantino piccante", ha commentato Ueli Maurer. Molti gli scatti fotografici che hanno immortalato i ministri a tavola e in vari momenti di conversazione.

Da segnalare pure una una visita nel Centro Schlössli, una struttura per lungodegenti, in prevalenza anziani, dove ci sono stati incontri e conversazioni con i pazienti e gli impiegati, molti dei quali in formazione. Qualche ora dopo, l'incontro con la popolazione nel centro storico di Bienne.

In mattina la comitiva aveva salutato il governo cantonale bernese a Oberbütschel e compiuto un'escursione tra le colline di Bütschelegg (1050 m).

In serata il governo ha proseguito il viaggio in direzione del Ticino, dove trascorrerà la giornata di domani. Di norma la gita si svolge in un solo Cantone, ma la presidente della Confederazione Sommaruga ci teneva a visitare il sud delle Alpi dove - come ha detto in una breve chiacchierata con i media, ci sono le sue "radici famigliari".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS