Non ci sarà nessuna raccomandazione di voto del parlamento per l'iniziativa popolare di Marche Blanche "Affinché i pedofili non lavorino più con fanciulli". In votazione finale il Consiglio nazionale ha affossato il decreto che chiede di respingere il testo con 97 voti contro 91 e 7 astensioni.

La Camera del popolo aveva dapprima approvato il progetto durante la sessione primaverile, la settimana scorsa però ha cambiato idea: con un solo voto di scarto, quello della presidente Maya Graf (Verdi/BL), aveva deciso di respingerla. Agli Stati, invece, la votazione è stata più netta: 23 a 15 e tre astensioni.

L'iniziativa popolare, depositata nell'aprile del 2011, chiede di introdurre nella Costituzione federale un nuovo articolo che vieti a a "chi è condannato per aver leso l'integrità sessuale di un fanciullo o di una persona dipendente" di esercitare "un'attività professionale od onorifica a contatto con minorenni o persone dipendenti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.