Navigation

Continua il calo della superficie agricola in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 settembre 2010 - 11:47
(Keystone-ATS)

BERNA - Ogni dozzina di anni la Svizzera si ritrova con 264 km2 di terreno edificato in più, pari alla superficie del cantone di Ginevra. L'agricoltura continua a perdere terreno, sebbene con un ritmo inferiore al passato. È quanto risulta dai dati pubblicati oggi dall'Ufficio federale di statistica (UST).
Tra il 1982 e il 2006 la superficie per abitazioni e insediamenti in genere è cresciuta di 393 km2 nei 16 cantoni della Svizzera occidentale e nordoccidentale dove i dati sono già stati elaborati. La sua quota sul totale è così salita dall'8,8 al 10,8%. Il 39% delle nuove superfici d'insediamento è stato sottratto a campi, il 28% a prati naturali, il 13% a frutteti, vigneti e orti, e il 9% a pascoli.
Il 52% delle nuove superfici d'insediamento è costituito da aree edificate (edifici e terreno annesso), il 17% da superfici del traffico e il 14% da superfici d'insediamento speciali (cantieri, cave, discariche nonché impianti di approvvigionamento e smaltimento).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?