Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Nulla è cambiato dopo lo "scandalo delle schedature" scoppiato alla fine degli anni Ottanta. I servizi segreti hanno continuato a raccogliere informazioni di ogni tipo senza fare i controlli previsti.
La loro banca dati è zeppa di schede errate o inutili che rendono difficile garantire la sicurezza interna, afferma la Delegazione delle Commissioni di gestione in un rapporto presentato oggi.
Il Consiglio federale risponderà al rapporto entro ottobre. Eveline Widmer-Schlumpf si è limitata a dire oggi che sono già stati introdotti miglioramenti nel sistema di controllo dei dati ISIS. Quanto a Urs von Daeniken, ora esperto indipendente al DFGP, la ministra di giustizia e polizia ha precisato che i suoi compiti attuali non riguardano la protezione dei dati.

SDA-ATS