Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il conto stradale 2011 ha chiuso con un'eccedenza di 1,3 miliardi di franchi, ha indicato oggi l'Ufficio federale di statistica (UST). Questo significa che il traffico stradale finanzia i costi diretti.

Le entrate hanno raggiunto gli 8,45 miliardi di franchi e le spese i 7,15 miliardi, per un tasso di copertura del 118%, scrive l'UST in un comunicato. Nel 2010, il conto stradale era in attivo di 1,1 miliardi.

I ricavi computabili dell'imposta sugli oli minerali sono diminuiti di 108 milioni di franchi, mentre gli altri ricavi sono aumentati: +47 milioni per la tassa cantonale sui veicoli a motore, +37 milioni per gli introiti dei dazi sulle importazioni di veicoli a motore, +11 milioni per il contrassegno autostradale, +6 milioni per l'aliquota IVA e più 1 milione per la tassa sul traffico pesante destinata alle strade.

Il conto stradale è innanzitutto un contro d'infrastruttura: comprende infatti solo le spese e le entrate delle collettività pubbliche relative al traffico motorizzato. Sono esclusi i costi esterni (salute, incidenti, rumore, ambiente) valutati a circa 8,5 miliardi di franchi l'anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS