Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente americano Barack Obama ha avuto un colloquio telefonico con il presidente sudcoreano Lee Myung-bak per "consultarsi e coordinare la risposta" al test nucleare della Corea del Nord. I due leader hanno "condannato" quella che ritengono una "provocativa violazione degli obblighi internazionali" di Pyongyang.

Obama e Lee si sono accordati per "lavorare insieme, anche con il Consiglio di sicurezza dell'Onu, per cercare misure che puntano a ridurre i rischi di proliferazione e impedire il programma nucleare e missilistico della Corea del Nord". Obama - si legge in una nota della Casa Bianca - ha riaffermato l'impegno inequivocabile degli Stati Uniti nei confronti della Corea del Sud.

Nel frattempo, la portavoce del Dipartimento di Stato Victoria Nuland ha affermato che gli Stati Uniti sono stati informati in anticipo dalla Corea del Nord dell'intenzione di compiere un nuovo test nucleare.

La Corea del Nord "ci aveva informato della sua intenzione di condurre un test nucleare" attraverso "i canali abituali", ha detto la Nuland, aggiungendo che tuttavia non era stata data alcuna indicazione sui tempi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS