Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le forze aeree della Corea del Nord hanno aumentato i voli quotidiani di caccia e velivoli di addestramento, con il numero totale salito lunedì a quota 700.

Si tratta, riferisce l'agenzia Yonhap citando fonti militari di Seul, dello stesso giorno dell'inizio delle esercitazioni militari di Corea del Sud e Stati Uniti, note con il nome in codice 'Key Resolve' e che coinvolgono circa 10.000 soldati del Sud e 3.000 americani, così come una portaerei e supercaccia, tra cui gli F-22 Stealth e i bombardieri B-52 provenienti dalle basi Usa fuori dalla penisola coreana.

"I voli dell'aeronautica del Nord, tra jet da combattimento ed elicotteri, hanno raggiunto circa 700 missioni l'11 marzo", hanno riferito le fonti, rilevando che si è di fronte a "una impennata senza precedenti" perchè sono risultati pari a quasi sei volte rispetto al numero massimo registrato in un solo giorno durante le manovre della scorsa estate.

La mossa di Pyongyang, secondo Seul, rientra negli sforzi per rafforzare la risposta al combattimento viste le esercitazioni congiunte in corso tra Usa e Corea del Sud, duramente criticate fino a minacciare "un attacco nucleare".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS