Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SEUL - L'attivista americano Robert Park, arrestato in Corea del Nord a dicembre, sarà rilasciato. E' quanto scrive la Kcna, l'agenzia ufficiale del regime.
La Corea del Nord riferisce che l'attivista religioso americano Robert Park è stato arrestato a dicembre per ingresso illegale nel Paese mentre era impegnato in una missione a favore dei diritti umani.
"L'organo competente della Repubblica democratica popolare di Corea ha deciso di perdonarlo e liberarlo, tenendo in considerazione la sua ammissione di sincero pentimento per le sue malefatte", si legge nel testo della Kcna.
Park, 28 anni, aveva attraversato il fiume gelato di Tumen dalla Cina proprio il giorno di Natale, con l'obiettivo di consegnare una lettera al leader nordcoreano Kim Jong-il in favore del rilascio dei detenuti politici nei campi di lavoro.
La Kcna aggiunge che Park ha confessato le sue "malefatte", citando pure una breve dichiarazione. "Quello che ho visto e sentito nella Corea del Nord - dice l'attivista - mi ha convinto di aver frainteso. Così mi sono seriamente pentito di quanto finora fatto, condizionato dalla falsa propaganda dell'Occidente".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS