Navigation

Coronavirus: 100 casi supplementari in 24 ore, UFSP

Le infezioni da coronavirus sono tendenzialmente in calo e a un livello contenuto. KEYSTONE/EPA/CENTERS FOR DISEASE CONTROL AND PREVENTION HANDOUT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2020 - 13:47
(Keystone-ATS)

Nelle ultime 24 ore in Svizzera e nel Liechtenstein sono stati diagnosticati 100 nuovi casi della malattia Covid-19, stando alle cifre pubblicate oggi dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

Il numero di nuove infezioni si mantiene dunque a livelli bassi ed è tendenzialmente in calo. Ieri i nuovi malati in una giornata erano stati 103, 167 l'altro ieri e 217 sabato. Complessivamente, in base alle informazioni fornite all'UFSP da medici e laboratori fino alle 8.00 di oggi, i contagiati nella Confederazione e nel Principato sfiorano i 30'000 (29'264).

I decessi nei due Paesi, sempre stando alla medesima banca dati, oggi hanno raggiunto quota 1380 (+27 in 24 ore). Stando invece al computo effettuato da Keystone-ATS, che si riferisce alle informazioni pubblicate dai Cantoni fino a mezzogiorno, la malattia ha causato 1679 morti, 15 in più di ieri.

In Ticino, stando al dato pubblicato sulla pagina internet del Cantone dedicata al coronavirus, i morti sono 316 (+5). Le persone risultate positive al test per la Covid-19 censite nel cantone sudalpino sono 3176 (+7).

I dati per il cantone dei Grigioni alle 13.30 non erano stati aggiornati. Ieri i casi confermati erano 806 e i decessi 44, indica una pagina ad hoc del sito del Cantone, che fa riferimento ai dati forniti dalla Confederazione per evitare che ci siano discrepanze con gli altri Cantoni.

Su 1298 persone decedute per cui l'UFSP dispone di dati completi, il 97% soffriva di una o più malattie preesistenti: le tre patologie più frequentemente menzionate sono l'ipertensione arteriosa (63%), le malattie cardiovascolari (56%) e il diabete (26%). Dei deceduti, il 58% erano uomini e il 42% donne. La fascia d'età dei morti va da 31 a 108 anni, per un valore mediano di 84 anni (la metà aveva meno di 84 anni, l'altro 50% era più anziano).

Rispetto al numero di abitanti, i cantoni Ginevra, Ticino, Vaud, Basilea Città e Vallese sono i più colpiti in termini di numero di casi positivi, indica l'UFSP.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.