Dall'entrata in vigore delle restrizioni ordinate dal Consiglio federale per fermare l'epidemia di coronavirus, 25 denunce e 206 multe sono state pronunciate in Vallese. Le sanzioni riguardano negozi, stabilimenti pubblici e cittadini privati.

"Se la grande maggioranza dei cittadini rispetta le disposizioni, certi hanno dovuto essere sanzionati", ha indicato oggi la polizia cantonale vallesana in un comunicato. Quest'ultima afferma di aver adottato "una posizione ferma" per far applicare le misure decise dal governo e si è attivata con la collaborazione delle polizie comunali.

Le denunce sono state indirizzate soprattutto a commerci, mentre le multe sono state inflitte a persone che non rispettavano le distanze sociali o il divieto di assembramenti che superano le cinque persone. La polizia è stata dispiegata "con una densità senza precedenti", precisano le forze dell'ordine.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Contenuto esterno

Raggiungeteci su Instagram

Raggiungeteci su Instagram

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.