Navigation

Coronavirus: 4840 casi in Svizzera, quasi mille più di ieri

Il medico cantonale Giorgio Merlani lancia l'allarme: "È l'ultimo momento per prendere le decisioni giuste o sbagliate". Foto d'archivio. KEYSTONE/Alessandro Crinari sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 marzo 2020 - 15:22
(Keystone-ATS)

In Ticino si sono registrati finora 834 contagi di cornoavirus e 22 decessi, 7 in più rispetto a ieri. 179 persone sono ricoverate, di cui 35 in terapia intensiva, ha indicato in una conferenza stampa in streaming il medico cantonale Giorgio Merlani.

"La diffusione procede molto rapidamente. È l'ultimo momento che abbiamo per prendere le decisioni giuste o sbagliate. Non servono grandi sanzioni, serve il buonsenso da parte di tutti", ha detto il medico cantonale.

Secondo Merlani, "il picco è atteso fra due-tre settimane, ma è la velocità di progressione che preoccupa. È il momento di diventare responsabili. Lo dico ai giovani, ma anche agli anziani che vanno troppo spesso a fare la spesa. È da irresponsabili".

In Svizzera i casi di coronavirus sono saliti a 4840. Nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 952 nuovi contagi, secondo l'ultimo bilancio dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). I decessi legati al covid-19 sono 43, 10 in più di ieri, secondo i dati dell'UFSP.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.