Navigation

Coronavirus: America Latina, 1.600.000 casi e 78.000 morti

L'America Latina ha raggiunto nelle ultime 24 ore 1.600.720 contagi (+44.551) da covid-19 e 77.960 morti (+2.299). KEYSTONE/EPA/Carlos Ortega sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 giugno 2020 - 10:28
(Keystone-ATS)

Nella giornata segnata dalle dimissioni del ministro della Sanità del Cile, per una pandemia da coronavirus che in quel Paese sembra fuori controllo, l'America Latina ha raggiunto nelle ultime 24 ore 1.600.720 contagi (+44.551) e 77.960 morti (+2.299).

E' quanto emerge da un calcolo realizzato dall'agenzia di informazioni italiana ANSA sulla base dei dati di 34 nazioni e territori latinoamericani.

Stabile leader della classifica il Brasile che, con 850.514 contagi (+21.704) e 42.720 morti (+892), si è stabilizzato sulle cifre degli ultimi giorni che lo hanno portato al secondo posto assoluto nel mondo per contagi e morti, dietro gli Stati Uniti.

Seguono il Perù (220.749 e 6.308) e il Cile (167.335 e 3.101) che, con dati in ascesa e indiscrezioni di minori registrazioni di vittime, ha sostituito il ministro della Sanità. Questo mentre altri sei paesi della regione (Messico, Ecuador, Colombia, Argentina, Repubblica dominicana e Panama) sono sopra 20.000 contagi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.