Navigation

Coronavirus: anche il Vallese chiude bar e ristoranti

Dopo Giura, Ginevra, Neuchâtel, Vaud e Friburgo, anche il Vallese chiude i locali pubblici della ristorazione. La misura entrerà in vigore da venerdì sera e durerà almeno fino a fine mese. KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2020 - 17:20
(Keystone-ATS)

Dopo i cantoni di Giura, Ginevra, Neuchâtel, Vaud e Friburgo, anche il Vallese chiude i locali pubblici della ristorazione. La misura entrerà in vigore da venerdì alle 20.00 e durerà almeno fino a fine mese.

Bar, ristoranti, birrerie e pub - anche quelli aperti occasionalmente o annessi a panetterie, stazioni di servizio e ferroviarie, alberghi e campeggi - saranno chiusi al pubblico, riferisce oggi il Consiglio di Stato.

Una decisione che giunge in un momento in cui il Vallese è sempre fra i cantoni con il maggior numero di nuovi casi di contagi rispetto alla popolazione. Ieri 303 persone sono state ricoverate in ospedale.

L'esecutivo vallesano ha inoltre annunciato un piano di sostegno di 20 milioni di franchi per i settori economici particolarmente colpiti dalle restrizioni. Intende inoltre sostenere i rami delle manifestazioni e dei viaggi per un importo di 9 milioni di franchi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.