Navigation

Coronavirus: anche meteo influisce su miglioramento qualità aria

Al miglioramento della qualità dell'aria non hanno solo influito le misure prese dal Consiglio federale per contrastare il coronavirus, ma anche la meteo favorevole KEYSTONE/ADRIEN PERRITAZ sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 aprile 2020 - 11:55
(Keystone-ATS)

Auto in garage e aerei al suolo non sono i soli fattori che consentono un miglioramento della qualità dell'aria in questo momento di coronavirus.

La meteo gioca pure un ruolo, spiegano oggi in una nota i ricercatori del laboratorio federale dei materiali Empa di Dübendorf (ZH).

Gli esperti dell"Air Pollution / Environmental Technology" stanno analizzando i dati sull'inquinamento atmosferico. Si tratta di un lavoro complesso, secondo l'EMPA.

Oltre alle emissioni di gas inquinanti, anche le condizioni del vento e la temperatura influiscono molto in questo ambito. Semplici paragoni tra prima e dopo l'attuazione delle misure emanate dal Consiglio federale per attenuare la propagazione del virus non bastano.

Le temperature miti di questi ultimi mesi hanno generato un buon mescolamento dello strato d'aria vicino al suolo e quindi una buona qualità dell'aria. Nel corso della seconda metà del mese di marzo, una notevole brezza ha provocato una forte diluizione e deboli livelli di inquinamento atmosferico.

Un miglioramento della qualità dell'aria è stato osservato in numerosi luoghi rispetto all'anno precedente. Ma ciò, secondo l'Empa, non può essere soltanto attribuito alle misure governative per contrastare il Covid-19.

Tuttavia i ricercatori hanno constatato una riduzione considerevole degli ossidi d'azoto grazie a provvedimenti presi in zone vicino alle strade, mentre la diminuzione della loro concentrazione nelle regioni rurali è stata quasi esclusivamente determinata da condizioni meteorologiche, conclude l'Empa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.