Navigation

Coronavirus: Bill Gates invoca shutdown nazionale

Bill Gates, fondatore di Microsoft, invoca lo shutdown a livello nazionale quale misura contro il coronavirus (foto d'archivio) KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 aprile 2020 - 17:08
(Keystone-ATS)

Uno shutdown a livello nazionale. È la misura che invoca Bill Gates contro il coronavirus.

In un intervento per il Washington Post, il filantropo, fondatore di Microsoft, ha scritto di aver parlato con gli esperti e di aver concluso che una chiusura di tutto il paese è il metodo più efficace per contrastare la diffusione dei contagi, invece del mix di provvedimenti emanati da ogni singolo stato.

"Nonostante le esortazioni da parte degli esperti della salute pubblica - si legge - alcuni stati e contee non hanno chiuso del tutto.

In alcuni stati le spiagge sono ancora aperte, in altri i ristoranti servono ancora ai tavoli. Questa è una ricetta per un disastro". Gates ha sottolineato che se le persone sono libere di viaggiare tra uno stato e l'altro, lo stesso può fare il virus. "Finché - prosegue - il numero dei casi non comincia a scendere in tutta l'America, e potrebbero volerci dieci settimane o oltre, nessuno deve essere in grado di fare business come al solito o di allentare lo shutdown".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.