Navigation

Coronavirus: Brasile, colpiti oltre 233 mila operatori sanità

Operatori sanitari all'opera in Brasile KEYSTONE/AP/Silvia Izquierdo sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 agosto 2020 - 17:20
(Keystone-ATS)

Più di 233 mila professionisti della salute sono stati contagiati dal coronavirus in Brasile, con una crescita di quasi il 300% in 2 mesi.

Lo ha reso noto il ministero della Sanità, precisando che ieri il numero di lavoratori del settore infettati dal Covid-19 ha raggiunto 233'912 unità contro le 83'118 registrate il 12 giugno. Di questo totale, 34'196 sono infermieri e 24'402 medici, ha spiegato il segretario della Vigilanza sanitaria del ministero, Arnaldo Correa de Medeiros.

Nel frattempo, il numero di professionisti deceduti non è stato aggiornato e rimane a 169, lo stesso numero del rapporto pubblicato a giugno, sostiene il quotidiano Folha de Sao Paulo. Due giorni fa, il presidente Jair Bolsonaro ha posto il veto a una legge che contemplava un indennizzo fino a 50 mila reais (circa novemila dollari) ai professionisti che hanno subito un qualche danno a causa della malattia. Il risarcimento per gli operatori sanitari è il risultato della "buona intenzione del legislatore" nell'approvare la norma, ma non può essere applicato poiché colpisce "l'interesse pubblico", ha detto Bolsonaro per motivare il suo veto.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.