Navigation

Coronavirus: Cantoni romandi, si aspetti prima di nuove misure

I Cantoni romandi chiedono al ministro della sanità Berset e al resto del Consiglio federale di prima valutare l'efficacia delle misure introdotte venerdì. KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 15 dicembre 2020 - 19:02
(Keystone-ATS)

Prima di annunciare un nuovo pacchetto di misure bisogna valutare l'effetto di quelle introdotte venerdì scorso.

È questo il parere dei Cantoni romandi, che comunque si dicono favorevoli a un sistema federale di riferimento concernente le restrizioni sanitarie, sui provvedimenti anti-coronavirus.

Bisogna evitare che le misure e le chiusure si susseguano mentre le compensazioni sul piano economico non sono ancora chiaramente definite, indicano oggi in un comunicato congiunto i sei Cantoni romandi.

Friburgo, Ginevra, Giura, Neuchâtel, Vaud e Vallese ritengono tuttavia pertinente affidarsi a un sistema nazionale "basato su criteri oggettivi, trasparenti e comprensibili per la popolazione".

Gli esecutivi cantonali sottolineano come il moltiplicarsi di diverse decisioni in intervalli di tempo molto brevi sia fonte di grande instabilità. In maniera generale, i sei governi auspicano di poter anticipare meglio quello che potrebbe venire imposto nelle prossime settimane.

Condividi questo articolo