Navigation

Coronavirus: CF, sì a traslochi, esteso termine pagamento affitti

Il consigliere federale Guy Parmelin arriva all'odierno incontro con la stampa. KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 marzo 2020 - 16:28
(Keystone-ATS)

A patto che le prescrizioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) siano rispettate, in Svizzera sarà ancora possibile traslocare.

È la conclusione a cui è giunto oggi il Consiglio federale, che ha inoltre prolungato da 30 a 90 giorni i termini di pagamento delle pigioni in caso di mora.

Le decisioni sono state presentate oggi in conferenza stampa a Berna dal consigliere federale Guy Parmelin. Vista la tensione nel settore immobiliare dovuta all'epidemia di coronavirus, locatori e inquilini sono stati esortati a trovare una soluzione consensuale.

50'000 traslochi a fine marzo

Il ministro dell'economia ha ricordato che per molti "il 31 marzo è una scadenza di trasloco ufficiale": darà luogo a circa 50'000 operazioni di questo tipo, di cui molte già iniziate. Laddove le norme igieniche e di distanza sociale sono osservate, tutto potrà svolgersi come previsto.

"Le ditte e gli operatori del settore ci hanno garantito che nella maggior parte dei casi" è possibile lavorare seguendo le raccomandazioni dell'UFSP, ha precisato Parmelin. In tal modo vogliamo evitare "incertezza e caos" e limitare una "sequenza a cascata" di traslochi bloccati.

Proroga termine di pagamento affitti

Per quanto riguarda il pagamento degli affitti, il titolare del Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) ha annunciato che il termine previsto dal codice delle obbligazioni per i locali d'abitazione e commerciali verrà prorogato da 30 a 90 giorni. "Intendiamo così ridurre la pressione sugli inquilini", ha messo in evidenza Parmelin.

Ciò vale solo per le situazioni venutesi a creare a seguito delle misure entrate in vigore nella lotta contro il Covid-19 e per le pigioni che giungono a scadenza tra il 13 marzo e il 31 maggio. Alle stesse condizioni viene allungato da 60 a 120 giorni il termine di versamento di fitti scaduti. Inoltre, viene prolungato "da due settimane a 30 giorni il preavviso per camere ammobiliate e posteggi", ha dichiarato Parmelin.

Situazione rimane tesa

Il contesto resta agitato e il rischio è che si arrivi a una serie di cause legali. Ma "stiamo seguendo il tutto da vicino", ha assicurato il ministro, che ha ricordato di aver creato una task force sulla questione immobiliare, formata da rappresentanti di tutte le parti. Il gruppo di lavoro si è riunito telefonicamente una prima volta mercoledì. Stando a Parmelin "molti proprietari vogliono fare un gesto verso i loro locatari che sono in difficoltà perché non hanno più entrate" a causa del coronavirus.

Parmelin ha infine aggiornato i dati riguardo al lavoro ridotto. Al momento sono 51'000 le aziende che hanno inoltrato domande in questo senso, concernenti 656'000 dipendenti. Si tratta del 13% del totale della forza lavoro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.