Navigation

Coronavirus: Cina, 508 nuovi contagi e 71 vittime

La grandissima maggioranza delle vittime viene dall'Hubei. KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 febbraio 2020 - 07:20
(Keystone-ATS)

La Cina ha accertato ieri altri 508 casi di coronavirus, portando il totale a 77'658. Le nuove morti, ha riferito la Commissione sanitaria nazionale, sono state 71 (il dato più basso da oltre due settimane), per un bilancio complessivo di 2663.

Al netto dell'Hubei, l'epicentro dell'epidemia, i nuovi casi nel resto della Cina sono stati solo nove. Nella regione focolaio con i 499 nuovi casi di contagio il totale sale a 64'786, mentre i 68 ulteriori decessi portano il totale a 2563.

Intanto la Corea del Sud ha reso noto 60 nuovi casi, portando il totale a quota 893 in tutto il Paese. Nei suoi aggiornamenti sulla crisi, il Korea Centers for Disease Control and Prevention (Kcdc) ha spiegato in una nota che si tratta del più piccolo incremento negli ultimi quattro giorni. Quanto alle vittime, c'è un caso in più da registrare che porta il conto complessivo a otto.

Una quarta persona è morta in Giappone dopo essere stata portata in ospedale dal periodo di quarantena osservato all'interno della Diamond Princess, la nave da crociera rimasta ancorata nel porto di Yokohama. Lo riporta la tv pubblica nipponica Nhk, secondo cui la vittima è un uomo ultraottantenne.

Il governo giapponese ha allo studio un piano per esortare i residenti di alcune aree dove si sono registrati i maggiori casi a rimanere nella propria abitazione, per evitare la diffusione dell'agente patogeno.

Negli Usa l'amministrazione Trump sta inviando al Congresso una richiesta aggiuntiva di 2,5 miliardi di dollari al bilancio per combattere il virus. Lo scrive Politico. Il pacchetto prevede anche di attingere a fondi non utilizzati, come quelli per l'ebola. Oltre un miliardo sarà destinato allo sviluppo del vaccino.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.