Cuba e Stati Uniti si sono "coordinati" per il ritorno sull'isola dei cittadini cubani bloccati nel territorio americano a seguito della chiusura delle frontiere dovuta alla pandemia del coronavirus.

"A seguito degli sforzi di coordinamento che hanno avuto luogo nelle ultime due settimane tra le autorità statunitensi e cubane, i cittadini cubani bloccati negli Stati Uniti per la pandemia di coronavirus SARS-Cov-2 potranno tornare sull'isola venerdì (oggi) con due voli charter", hanno riferito i media all’Avana.

Secondo quanto riportato, "la compagnia aerea World Atlantic fornirà due aerei per effettuare questi trasferimenti dalla città di Miami, in Florida, verso L'Avana". Il primo volo era in programma questa mattina alle 10 e il secondo alle 14.30 (ora locale di Miami).

I voli "consentiranno il ritorno a Cuba di centinaia di nostri compatrioti - nella condizione di residenti abituali nel territorio nazionale - che hanno richiesto aiuto e sono stati registrati dal nostro consolato", ha riferito l'ambasciata cubana a Washington.

"L'ambasciata cubana continuerà a contattare i connazionali che sono ancora bloccati per vari motivi negli Stati Uniti, per possibili voli di ritorno che potrebbero essere coordinati in futuro", ha sottolineato la sede diplomatica.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Contenuto esterno

Vivere e lavorare in montagna grazie a Internet

Vivere e lavorare in montagna grazie a Internet

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.