Navigation

Coronavirus: Daniel Brélaz in quarantena poiché figlio positivo

Il consigliere nazionale Daniel Brélaz si è messo volontariamente in quarantena dopo che il figlio è risultato positivo al coronavirus KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 settembre 2020 - 16:47
(Keystone-ATS)

Il consigliere nazionale Daniel Brélaz (Verdi/VD) è in quarantena da mercoledì scorso dopo aver appreso che il figlio è risultato positivo a un test sul Covid. L'esame a cui si è sottoposto l'ex sindaco ecologista di Losanna si è invece rivelato negativo.

Si tratta del primo parlamentare in quarantena durante la sessione autunnale delle Camere federali.

Brélaz ha effettuato il test domenica e ha ottenuto i risultati oggi, ha dichiarato in un'intervista rilasciata ai quotidiani romandi 24 Heures e Tribune de Genève. Già prima dell'esito dell'esame Brélaz ha detto di non avere alcun sintomo. "Mi sono messo in quarantena volontariamente a causa di mio figlio".

"Abbiamo mangiato assieme martedì scorso. Eravamo all'interno di un locale, a un metro di distanza, durante due ore. Apparentemente nella sua azienda di informatica, tre persone sono risultate positive al Covid-19. Mio figlio ha fatto il test mercoledì, che si è poi rivelato anch'esso positivo", ha raccontato il parlamentare federale.

Dal canto suo Brélaz, non appena ha appreso la notizia, ha deciso di non recarsi a Berna alla seduta della Commissione delle finanze del Nazionale, che si è tenuta giovedì e venerdì scorso. Ha poi informato i servizi del Parlamento e domenica si è fatto testare assieme a sua moglie.

Daniel Brélaz aveva affermato di "non temere particolarmente" il risultato dell'esame. Ha dato inoltre notizie rassicuranti su suo figlio. Nonostante la sua negatività, il medico cantonale ha fissato la durata della quarantena del consigliere nazionale vodese fino a venerdì sera. Dovrebbe poi ritornare sui banchi del Parlamento lunedì prossimo.

Jacques Bourgeois positivo in primavera

Intanto, un altro parlamentare romando, il consigliere nazionale Jacques Bourgeois (PLR/FR), ha indicato oggi al quotidiano online Le Matin.ch di essere risultato positivo a un test sul Covid-19 la scorsa primavera. All'agenzia Keystone-ATS ha poi confermato di "essere stato malato per tre settimane, con una perdita dell'odorato e del gusto nonché un grande affaticamento".

Ha tuttavia definito "leggeri" i suoi sintomi. Bourgeois è il primo parlamentare ad aver ufficialmente annunciato di essere stato contagiato dal coronavirus.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.