Navigation

Coronavirus: di nuovo più visite mediche per sospetta infezione

La scorsa settimana, l'1,2% di tutte le consultazioni negli studi medici hanno avuto luogo per sospetta infezione da nuovo coronavirus. Rispetto alla settimana precedente, il tasso è aumentato. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 maggio 2020 - 12:27
(Keystone-ATS)

La scorsa settimana, l'1,2% di tutte le consultazioni negli studi medici o delle visite a domicilio hanno avuto luogo per sospetta infezione da nuovo coronavirus. Rispetto alla settimana precedente, questo tasso è aumentato.

La settimana scorsa, i medici del sistema di segnalazione Sentinella hanno segnalato 12 consultazioni a causa del sospetto di Covid-19 su 1000 consultazioni. Estrapolato all'intera popolazione, ciò corrisponde a circa 85 consultazioni ogni 100'000 abitanti, precisa oggi l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP).

In totale, dal 29 febbraio ci sono state con i fornitori di cure primarie circa 167'000 consultazioni per il virus Sars CoV 2. La settimana scorsa, l'incidenza è stata più alta tra i bambini dai 5 ai 14 anni. Il tasso di pazienti con sospetta infezione e aumento del rischio di complicazioni era però più alto tra quelli di età superiore ai 65 anni, aggiunge l'UFSP.

Oltre alle visite in ambulatorio o a domicilio, i medici Sentinella sono stati consultati telefonicamente. Un quinto di tutte le chiamate erano relative alla Covid-19. Secondo il rapporto dell'UFSP, nel 23% dei casi è stato ordinato l'auto-isolamento a casa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.