Navigation

Coronavirus: esercito sospende il reclutamento in tutto il paese

Per i prossimi tempi, nessun giovane svizzero sarà chiamato a superare i test fisici del reclutamento. KEYSTONE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 marzo 2020 - 17:34
(Keystone-ATS)

L'esercito, in collaborazione con i Cantoni, ha deciso di mettere fine al reclutamento. Il provvedimento, che entra in vigore lunedì e vale fino a nuovo ordine, riguarda i sei centri di incorporazione nelle forze armate del paese.

Lo ha riferito oggi il portavoce dell'esercito Daniel Reist. Gli ordini di marcia per il reclutamento già emessi non devono essere rispettati. Non appena la situazione lo permetterà, gli uomini obbligati al servizio militare saranno richiamati con un nuovo ordine di marcia.

La misura mira a proteggere chi è chiamato al reclutamento, ma anche il personale dei sei centri. Allo stesso tempo, consente di utilizzare il personale medico dei centri di reclutamento a beneficio dell'esercito e del sistema sanitario civile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.