Navigation

Coronavirus: forte calo offerte di lavoro (Adecco)

Il quartier generale di Adecco a Zurigo. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2020 - 08:01
(Keystone-ATS)

L'offerta di impieghi ha subito un tracollo a fine marzo a causa dei contraccolpi generati sull'economia dall'epidemia di coronavirus.

Due settimane dopo l'annuncio delle misure restrittive adottate dal Consiglio federale, il numero di offerte recensite da Adecco, numero due mondiale del lavoro interinale, si è contratto del 26%.

"Osserviamo un rallentamento generalizzato dell'economia, in particolare nel settore della ristorazione, anche se la situazione varia molto da un ramo all'altro dell'economia", ha sostenuto citata in una nota odierna la CEO di Adecco Svizzera, Nicole Burth, riferendosi ai dati elaborati dall'Adecco Group Swiss Job Market Index.

Secondo Burth, il settore sanitario conosce un forte aumento di richieste, così come il settore alimentare, della vendita online e della logistica. A partire dal secondo trimestre, gli effetti della crisi saranno chiaramente visibili sull'insieme del mercato dell'impiego.

Prima della crisi la situazione era ancora favorevole in Svizzera: nel primo trimestre e fino a metà marzo, il numero delle offerte di lavoro era cresciuto su un anno del 4%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.