Navigation

Coronavirus: GB, Dyson da aspirapolvere a ventilatori

L'azienda di James Dyson (foto), leader negli elettrodomestici innovativi, riconverte gli aspirapolvere in ventilatori per la respirazione assistita dei pazienti colpiti dal coronavirus. KEYSTONE/PPR/OBS/DYSON SA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 marzo 2020 - 13:46
(Keystone-ATS)

Riconversione lampo dagli aspirapolvere ai ventilatori per la respirazione medica assistita dei pazienti colpiti dal coronavirus per la Dyson, azienda britannica leader mondiale negli elettrodomestici innovativi.

Sollecitato dall'appello in stile bellico del governo di Boris Johnson, il patron e inventore sir James Dyson, simpatizzante del premier Tory e storico sostenitore della Brexit, ha rimodellato in corsa un'intera linea di produzione mettendo al lavoro "centinaia d'ingegneri", riferisce la BBC.

Risultato: 10.000 ventilatori in più in arrivo, già ordinati dal governo per gli ospedali pubblici del Regno, partiti in affanno rispetto al picco atteso del virus.

Dyson confida di moltiplicare ora i pezzi "su larga scala" nel suo stabilimento inglese del Wiltshire, magari usando alcuni hangar militari serviti al tempo della Seconda Guerra Mondiale per produrre paracadute.

Un modo per riscoprire "lo spirito del blitz", ossia l'epopea dello sforzo nazionale che 80 anni fa animò i britannici contro l'aggressione della Germania nazista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.