Navigation

Coronavirus: Gb, lockdown locale anche a Liverpool

Il ministro della sanità britannico Matt Hancock. KEYSTONE/AP/Matt Dunham sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2020 - 12:59
(Keystone-ATS)

Si estendono a Liverpool e ad altre tre città dell'Inghilterra settentrionale (Warrington, Hartlepool e Middlesbrough) le restrizioni locali da lockdown parziale introdotte in queste settimane dal governo britannico Tory di Boris Johnson.

Si tratta di misure in risposta al rimbalzo dei contagi da coronavirus, che nel nord-est continua a far registrare i focolai più intensi del Paese. Lo ha annunciato oggi alla Camera dei Comuni il ministro della Sanità, Matt Hancock, parlando di "casi che continuano a crescere rapidamente" nella zona.

"A Liverpool i contagi registrati sono ora 268 su 100'000 abitanti", decisamente più elevati della media nazionale, ha notato in particolare il ministro, promettendo 7 milioni di sterline di aiuti immediati ai nuovi Comuni coinvolti (aiuti subito bollati come insufficienti dall'opposizione laburista) e impegnandosi ad alleggerire le misure se le regole saranno rispettate e non appena la tendenza tornerà a calare.

In totale la stretta extra imposta ai territori più colpiti riguarda ora una ventina di milioni dei 66 milioni di abitanti del Regno Unito.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.