Navigation

Coronavirus: Grigioni, per ora nessuna restrizione verso Italia

Doganieri svizzeri, per ora nessuna restrizione. KEYSTONE/Pablo Gianinazzi sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2020 - 17:51
(Keystone-ATS)

Le autorità grigionesi non hanno per ora adottato nessuna restrizioni alla circolazione di merci e passeggeri, soprattutto per quanto riguarda i pendolari frontalieri. Lo indica il governo grigionese in una nota diffusa in serata.

Coira valuta costantemente la situazione in collaborazione con le autorità ticinesi e quelle federali.

"Le autorità grigionesi hanno preso atto del decreto emanato dal governo italiano durante la notte", si legge nella nota. Gli organi competenti sono "in stretto contatto con la Confederazione, la Ferrovia retica (RhB), il Cantone Ticino e il corpo delle guardie di confine per chiarire eventuali effetti del decreto italiano sui Grigioni e sulle regioni di confine".

Nella nota si ribadisce che "l'Ufficio federale della sanità pubblica UFSP è responsabile del coordinamento delle misure contro il coronavirus tra la Svizzera e l'Italia". La situazione nell'Italia settentrionale e le eventuali misure necessarie vengono costantemente rivalutate dalle autorità, che informano regolarmente i comuni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.