Navigation

Coronavirus: Johnson ripete, "andrà peggio, poi meglio"

Boris Johnson in una videoconferenza KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 marzo 2020 - 14:46
(Keystone-ATS)

Boris Johnson ha presieduto oggi in videoconferenza la riunione settimanale del governo britannico dall'auto-isolamento dell'alloggio di Downing Street cui è costretto da 4 giorni dopo l'annuncio del suo contagio "lieve" da coronavirus.

"La situazione - ha ripetuto ai ministri - è destinata a peggiorare prima di andare meglio, ma andrà meglio".

Un portavoce ha spiegato che solo il segretario generale del gabinetto, Mark Sedwill, e poche altre persone si sono riunite fisicamente nella stanza del consiglio dei ministri, mentre il resto dei presenti si è collegato a distanza, al pari del consigliere scientifico di Downing Street, Patrick Vallance, e il chief medical officer Chris Whitty (a sua volta risultato positivo al test fin da venerdì), che hanno aggiornato da casa la compagine sui dati dei contagi e dei morti.

L'incremento dei casi, ha concluso Johnson, conferma la necessità del lockdown in questa fase, se si vuole ridurre la pressione sul sistema sanitario nazionale (Nhs). "Il messaggio alla gente - ha detto - resta: state in casa, proteggete l'Nhs, salvate vite".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.