Navigation

Coronavirus: Krugman, riaprire prima economia sarebbe peggio

Lo stimato economista Paul Krugman. KEYSTONE/EPA EFE/FERNANDO VILLAR sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 aprile 2020 - 17:16
(Keystone-ATS)

Attenti a riaprire prima del tempo le attività economiche: non solo potrebbe provocare più morti, ma anche un crollo dell'economia peggiore del previsto. Il monito, di fatto rivolto a Donald Trump, è del premio Nobel per l'Economia Paul Krugman.

Questi, in un'intervista sulla Cnn, spiega come sia "meglio tenere le imprese chiuse più a lungo piuttosto che riaprirle prematuramente".

Krugman fa l'esempio della pandemia influenzale del 1918, quella della 'spagnola': "Le città che fecero più distanziamento sociale e lo lasciarono in vigore non solo ebbero meno morti ma fecero meglio dal punto di vista della ripresa economica", spiega l'economista, sottolineando come "tutto in questo momento dice che non è l'ora di preoccuparsi del Pil e dei dollari".

"Quello che serve ora - ha aggiunto - è dare soccorso alle aree più colpite e aiutare la gente che non ha più un reddito, e lo dobbiamo fare finché è necessario".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.