Navigation

Coronavirus: la Turchia chiude confini con l'Ue

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan KEYSTONE/AP/Burhan Ozbilici sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 18 marzo 2020 - 17:38
(Keystone-ATS)

La Turchia ha deciso di chiudere dalla mezzanotte di oggi i confini con Grecia e Bulgaria per contrastare la diffusione del coronavirus. Lo riferiscono le tv locali, citando una circolare inviata dal ministero dell'Interno di Ankara.

La decisione giunge dopo che venti giorni fa il governo turco aveva deciso di non fermare più i migranti che volevano cercare di entrare nell'Ue attraverso le frontiere con Grecia e Bulgaria, permettendo così a migliaia di persone di ammassarsi ai confini e tentare anche l'attraversamento via mare dell'Egeo verso le isole greche.

Le nuove misure sono destinate a determinare un blocco di fatto di questi tentativi, mentre sono in corso le trattative tra Ankara e Bruxelles per una revisione dell'accordo sui migranti siglato quattro anni fa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.