Navigation

Coronavirus: lavoro ridotto alla SSR

A causa degli effetti legati al coronavirus, la SSR ha introdotto il lavoro ridotto per una parte del personale. Immagine d'archivio. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 aprile 2020 - 11:53
(Keystone-ATS)

La SSR ha introdotto il lavoro ridotto per una parte del personale. La misura è motivata con il calo delle entrate pubblicitarie e dalla cancellazione di eventi sportivi e culturali.

A causa del coronavirus i grandi eventi sportivi e culturali sono stati quasi tutti cancellati, cosicché molte delle produzioni programmate dalla SSR hanno dovuto essere annullate, si legge in un comunicato odierno. Inoltre, come altre aziende del settore dei media, la società è attualmente confrontata con un forte calo degli introiti pubblicitari.

Anche se la flessione dell'utile non è ancora quantificabile, la SSR prevede perdite nell'ordine delle decine di milioni di franchi. Dopo un attento esame, il Comitato direttivo ha pertanto deciso di chiedere alle autorità competenti l'introduzione del lavoro ridotto per una parte del suo personale.

I settori interessati sono i dipartimenti Operazioni di SRF, RTS e RSI, le unità Access Services e Service Technologies di Swiss TXT. I collaboratori colpiti sono circa 600. L'annuncio, specifica SSR, viene fatto in collaborazione con il il Sindacato Svizzero dei Massmedia (SSM). I dipendenti interessati continueranno ad essere retribuiti al 100%. La misura ha lo scopo di mantenere gli attuali posti di lavoro.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.