Navigation

Coronavirus: McDonald's chiude temporaneamente in tutta la Svizzera

McDonald's chiude anche i suoi McDrive e il servizio di consegna a domicilio McDelivery (foto d'archivio). KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 marzo 2020 - 12:25
(Keystone-ATS)

McDonald's chiude temporaneamente le sue 170 filiali in Svizzera a causa del coronavirus, tra cui i McDrive e il servizio di consegna a domicilio McDelivery. La misura entra in vigore con effetto immediato, ha comunicato oggi la catena di ristoranti di fast food.

La salute e la protezione dei collaboratori e dei clienti sono prioritarie per McDonald’s Svizzera, viene indicato nella nota, dove si precisa che le nuove misure sono valide immediatamente.

La società ha già interrotto la sua offerta take-away all'inizio della settimana. Solo i McDrive e il servizio di consegna McDelivery erano ancora attivi.

Giovedì il sindacato Unia aveva accusato l'impresa di non proteggere sufficientemente i suoi dipendenti dal coronavirus. Le filiali ancora aperte non possono rispettare le misure ordinate dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), aveva criticato Unia Vaud.

McDonald's Svizzera aveva respinto le accuse. In una presa di posizione indirizzata a Keystone-ATS, la catena di ristoranti di fast food affermava di seguire alla lettera le direttive del Consiglio federale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.