Navigation

Coronavirus: nave ospedale militare a NY non serve più

La USNS Comfort mentre transita nei pressi del ponte di Verrazzano. KEYSTONE/AP/Bebeto Matthews sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2020 - 16:52
(Keystone-ATS)

La USNS Comfort, la nave ospedale militare inviata a New York a sostegno dell'emergenza pandemia, ha completato la sua missione e può tornare alla base in Virginia.

L'imponente imbarcazione con mille posti letto era arrivata in città il mese scorso con lo scopo di ospitare i pazienti non affetti da coronavirus.

Ma in realtà sono bastati i posti letto allestiti al Javits Center, e così il presidente Donald Trump ha chiesto al governatore dello Stato Andrew Cuomo di poter ricollocare la nave dove ce ne è più bisogno. Cuomo ha dato il suo ok durante una visita alla Casa Bianca.

È oggi anche ultimo giorno per gli operatori sanitari arrivati a New York da altri Stati per aiutare il personale medico locale messo in ginocchio dal numero dei contagi e dei ricoveri. La Grande Mela è stata infatti finora l'epicentro del virus negli Stati Uniti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.