Navigation

Coronavirus: Nyt, Trump già sapeva a gennaio dei rischi

Il presidente americano Donald Trump KEYSTONE/AP/Alex Brandon sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 aprile 2020 - 16:07
(Keystone-ATS)

Donald Trump fu messo in guardia sui rischi e sull'impatto economico della pandemia già a fine gennaio, quando il presidente americano ancora minimizzava la portata dell'emergenza coronavirus.

Lo riporta il New York Times che cita un memo di Peter Navarro, uno dei più stretti e fidati consiglieri del presidente. Memo del 29 gennaio in cui si avverte che senza un'azione di contrasto decisa il virus avrebbe lasciato l'America "senza difese" e sarebbe costato al Paese migliaia di miliardi di dollari e migliaia di vittime e persone malate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.