Navigation

Coronavirus: Oms, record casi settimanali, ma meno morti

Nel mondo è stato registrato un numero record di due milioni di nuovi casi di Covid-19 nella settimana dal 14 al 20 settembre nel mondo, il 5% in più rispetto alla settimana precedente. In calo del 10% il numero di decessi (foto simbolica) KEYSTONE/EPA/FAROOQ KHAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 settembre 2020 - 11:30
(Keystone-ATS)

Un numero record di due milioni di nuovi casi di Covid-19 è stato registrato nella settimana dal 14 al 20 settembre (+5% rispetto alla settimana precedente), ma il numero dei decessi è sceso del 10%: lo ha reso noto l'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms).

Con l'eccezione dell'Africa, in tutti i continenti si è registrato un aumento dei casi. Finora, nel mondo sono stati contati oltre 30,6 milioni di casi e 950.000 morti.

"Si tratta del maggior incremento settimanale da quando è iniziata l'epidemia - segnala l'Oms nel suo bollettino - Nello stesso arco di tempo, il numero dei decessi è però sceso del 10%, con 37.700 vittime registrate".

Le cifre dell'Organizzazione si basano sui dati ufficiali dei vari Paesi, che però in molti casi rischiano di essere incompleti: in diversi stati si testano solo i casi gravi, in altri i sistemi sanitari non sono in grado di contare tutte le persone infettate dal coronavirus.

Secondo l'Oms, in Europa si registra il più forte aumento delle vittime (+27% sulla settimana precedente), mentre il continente americano ha il primato dei nuovi casi (+38%), ma registra un importante calo dei morti, -22%.

In Africa, l'epidemia continua a rallentare, con un -12% di nuovi casi e un -16% di morti rispetto alla settimana precedente.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.