Navigation

Coronavirus, Puglia ordina quarantena per chi rientra

Altolà a chi arriva dal nord. KEYSTONE/EPA/ANDREA FASANI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 marzo 2020 - 10:52
(Keystone-ATS)

Una ordinanza che dispone l'isolamento per 14 giorni per chi da ieri è rientrato in Puglia dalla Lombardia e dalle province indicate dal nuovo decreto sull'emergenza coronavirus è stata firmato nella notte dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Lo ha annunciato lo stesso governatore in un post su Facebook dopo le notizie "sulla 'fuga' da parte di centinaia di persone che, in vista dell'entrata in vigore del decreto, hanno lasciato" la Lombardia e le province interessate.

"Considerato che l'esodo di un così elevato numero di persone provenienti dalle zone cosiddette rosse potrebbe comportare l'ingresso incontrollato in Puglia di soggetti a rischio di trasmissione del virus, con conseguente grave pregiudizio alla salute pubblica" l'ordinanza dispone per tutti coloro che "hanno fatto ingresso in Puglia dal 7 marzo provenienti dalla Regione Lombardia e dalle province" indicate dal nuovo Dpcm "di comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale" di "osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni, di osservare il divieto di spostamenti e viaggi; di rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza".

In caso di "comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l'operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione". "La mancata osservanza degli obblighi di cui alla presente ordinanza - si sottolinea - comporterà le conseguenze sanzionatorie come per legge". Saranno i prefetti ad assicurare "l'esecuzione delle misure disposte con la seguente ordinanza" che è stata trasmessa anche ai sindaci.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.