Navigation

Coronavirus: Rohani, domani riapriranno i luoghi sacri

Il presidente iraniano Hassan Rohani KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 maggio 2020 - 09:57
(Keystone-ATS)

I luoghi sacri dell'Iran, chiusi da metà marzo a causa del coronavirus, riapriranno domani in contemporanea con l'Eid el Fitr, la festa islamica che celebra la fine del Ramadan.

Lo ha annunciato il presidente iraniano Hassan Rohani, precisando che i siti religiosi resteranno aperti dall'alba al tramonto.

Parlando alla riunione quotidiana del quartier generale della lotta al coronavirus, Rohani ha aggiunto che i dipendenti degli enti governativi torneranno al lavoro a partire dal 30 maggio. Le autorità iraniane avevano riaperto part-time le agenzie governative dall'11 aprile, dopo un breve lockdown per contenere la pandemia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.